CRASC – Centro di Ricerca sull’Attore e Sperimentazione Culturale nasce nel 1978 a Napoli e opera nel campo della cultura sia a livello regionale che nazionale. La compagnia è sostenuta dalla Regione Campania per le sue attività di distribuzione di spettacoli di danza e di teatro.
Negli ultimi anni, l’attività della compagnia si è concentrata sulla realizzazione di eventi teatrali e culturali non convenzionali quale strumento per l’avvicinamento di nuove fasce di pubblico e la creazione di sinergie tra enti ed aziende. Sviluppa un percorso di ricerca sul rapporto con il pubblico e gli spazi performativi alternativi, specializzandosi nella promozione del territorio attraverso progetti speciali.

La Baracca dei Buffoni nasce nel 2004 da una costola di un gruppo di teatro, musica e danza con l’obiettivo di promuovere e diffondere le arti negli spazi urbani e nel 2015 viene riconosciuta del Mibact spettacolo dal vivo come compagnia d’interesse culturale Nazionale.
Un percorso lungo e articolato che nasce da una grande passione per le arti performative e che si sviluppa a tutto tondo grazie al confronto con moltissime realtà del panorama culturale Italiano. Fin dal suo primo anno di attività la compagnia partecipa ad eventi di rilievo internazionale in qualità di artisti e/o organizzatori. Alla sua attività artistica affianca azioni di promozione in ambito culturale e sociale, attraverso percorsi di formazione artistica svolti presso enti privati quali associazioni o cooperative sociali e rivolte soprattutto ai minori e in particolare ai minori a rischio.
Praticando l’autoproduzione crea spettacoli che caratterizzano i teatri, le piazze, le strade, i festival e ogni luogo possibile e impossibile per la loro poesia e la loro presenza colorata.
Attualmente gli spettacoli prodotti dalla compagnia sono presenti in numerosi cartelloni sia in Italia che all’estero, fitta negli anni è stata la collaborazione con alcune importanti realtà in Canada, Cipro,Svizzera,Romania e Albania; le collaborazioni con personaggi del calibro di Renzo Piano,Vinicio Capossela , i fratelli Vanzina e Ermanno Olmi.